Come ampiamente dimostrato, i sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria possono potenzialmente diffondere una varietà di contaminanti come muffe, funghi, batteri e particelle molto piccole di polvere, che possono compromettere lo stato di salute di chi trascorre del tempo in un edificio servito da un impianto aeraulico. La rimozione di tali contaminanti dagli impianti aeraulici dovrebbe essere considerata come un’operazione necessaria affinché possa essere attuato il programma di miglioramento dell’aria indoor di una determinata struttura.