Mark Zarzeczny, Presidente NADCA

100

Un bel numero. Il riconoscimento della perfezione quando attiene ad un risultato.

Un successo che tanti studenti si impegnano a raggiungere con ore ed ore di intenso studio.

È anche il grande traguardo raggiunto dai nostri amici di Aiisa in Italia che hanno dato il benvenuto al 100° membro dell’Associazione ed al 250° tecnico ASCS.

La crescita di AIISA è particolarmente degna di nota perché arriva in un momento di crisi. Questi numeri rappresentano quasi un record assoluto di crescita in un anno in cui il mondo è ancora scosso dalla pandemia del Covid-Sars-2.

Abbiamo assistito ad un susseguirsi di chiusure totali e riaperture ma l’attenzione dei Membri di AIISA è stata sempre focalizzata nel fornire soluzioni perseguibili durante una crisi di proporzioni monumentali.  Per assicurare che la qualità dell’aria indoor dei propri clienti fosse quanto più salubre possibile hanno lavorato instancabilmente. Ed è in questo contesto che è arrivato il 100° Membro dell’Associazione.

Congratulazioni per un lavoro ben fatto; una prova di fronte alla quale non era facile farsi trovare prepararti.

Ma cosa ha a che fare questo con noi? Siamo a mezzo mondo di distanza a gestire le nostre aziende durante una pandemia e in un clima di incertezze sul piano politico e sociale.

I nostri standard e le nostre linee guida vengono adottati da ingegneri, architetti, costruttori come mai prima d’ora.

Le nostre qualifiche ASCS e CVI sono riconosciute in tutto il mondo e sempre più professionisti ambiscono a conseguirle.

Avete fatto qualcosa di rimarcabile. Siete Membri di un’Associazione nata dalla forte convinzione di cosa, secondo voi, la pulizia aeraulica dovesse essere. La vostra passione, il lavoro sodo e la vostra dedizione hanno dato legittimazione alla vostra opera, l’hanno resa un intervento risolutivo richiesto in tutto il mondo.

Questo ha molto a che fare con noi. I nostri servizi sono richiesti come non mai, i clienti si rivolgono a noi per i loro dubbi sulla qualità dell’aria negli ambienti in cui vivono. I nostri membri prestano la loro opera in strutture sanitarie, residenziali e nelle riaperture di interi edifici dopo il periodo di lockdown.

Ulteriori studi stanno esaminando la vitalità del COVID-19 presente sui condotti. Se le conclusioni di tali studi fossero provate, i nostri membri ne beneficerebbero molto: già la sola raccomandazione di incrementare l’apporto di aria dall’esterno negli edifici aiuta i nostri Soci, figuriamoci poi se pensiamo alla minaccia dei potenziali contaminanti che vengono introdotti negli impianti come risultato di questa raccomandazione.

È facile allentare l’attenzione su molti aspetti che riguardano le nostre aziende, famiglie e vite sociali con tutto quello che sta succedendo nel mondo in questo periodo.

Ho avuto il piacere di parlare con molti di voi nei mesi scorsi e ho ascoltato delle vostre preoccupazioni per la perdita di fatturato, delle trafile per la richiesta di un prestito bancario, della carenza di attrezzature.

Ma da molti di voi ho sentito anche racconti incoraggianti sugli affari che non sono mai andati così bene.

Grazie a tutti voi per le vostre storie e azioni, fonte di grande ispirazione.

100% è un numero importante. Io vedo il 100% di impegno nella nostra Associazione. Come ho avuto modo di esprimere nello scorso numero, noi Igienisti Aeraulici abbiamo a che fare ogni giorno con una sfida diversa, che ci migliora. Sono onorato di par parte di questo comparto. Ne sono convinto, al 100%.

Scarica l’articolo originale